Dal 2001 M.G.Informatica Tel. 0187-021770
logo whatsapp 347.5974392
logo skype ricevitorieplus
 

AziendePlus

L' e-shop per la tua attività

furgone gls

pagamenti accettati

Cerca

25 Maschere KN95 imbustate a 2 pz.

Produttore:: Senza Marca / Generico
Disponibilità: 1188 disponibile
SKU: 0502
Spedizione Gratuita
€45,00 IVA esclusa
decrease increase

Maschera di protezione KN95 certificate CE FFP2

€ 1,8 a mascherina, acquistate il cartone da 1000 per pagarle € 1,55 vedi sotto

Tessuto non tessuto
5 strati, efficienza del filtro al 95%
Approvato da CE, FDA Prodotti DPI
Lo standard esecutivo è GB 2626-2006 / EN 149: 2001 + A1: 2009
Scatoline da 25 confezionate in busta trasparente a 12 da 2 pezzi +1 singola

Le maschere sono esenti IVA

Maschera di protezione KN95 certificate CE FFP2

€ 1,8 a mascherina, acquistate il cartone da 1000 per pagarle € 1,55 vedi sotto

Tessuto non tessuto
5 strati, efficienza del filtro al 95%
Approvato da CE, FDA Prodotti DPI
Lo standard esecutivo è GB 2626-2006 / EN 149: 2001 + A1: 2009
Scatoline da 25 confezionate in busta trasparente a 12 da 2 pezzi +1 singola

Le maschere sono esenti IVA

Quali sono le norme applicabili alle mascherine di protezione?

Maschere chirurgiche e di protezione devono necessariamente rispettare le normative e i regolamenti in vigore nel Paese.

  • Maschere chirurgiche: queste maschere vengono testate nel senso dell’espirazione, ossia dall’interno verso l’esterno. I test valutano l’efficacia della filtrazione batterica e permettono di stabilire la conformità delle mascherine con le seguenti normative:
    • Normativa europea EN 14683: in base a questa normativa il livello di efficacia di una mascherina può essere di quattro tipi: tipo I, tipo II, tipo IR e tipo IIR.
      • Tipo I: efficacia di filtrazione batterica superiore al 95%.
      • Tipo II: efficacia di filtrazione batterica superiore al 98%.
      • Tipo R: la normativa europea prevede anche un test di resistenza alla proiezione, in base al quale le mascherine possono essere di tipo IR e IIR. Le mascherine IIR sono quelle più resistenti.
    • Negli Stati Uniti le maschere chirurgiche devono devono essere soddisfare gli standard previsti dalla normativa ASTM, la quale prevede tre livelli di protezione:
      • Livello 1: basso rischio di esposizione ai fluidi.
      • Livello 2: rischio moderato di esposizione ai fluidi
      • Livello: alto rischio di esposizione ai fluidi.
  • Maschere di protezione: queste mascherine vengono testate nel senso dell’ispirazione, ossia dall’esterno verso l’esterno. I test a cui sono sottoposte valutano l’efficacia del filtro e la tenuta verso l’interno della mascherina.
    • Normativa europea EN 149:2001: in base a questa normativa gli apparecchi monouso di protezione delle vie respiratorie che sono in grado di filtrare le particelle si dividono in tre classi:
      • FFP1: filtrazione minima dell’80% e penetrazione all’interno non superiore al 22%. Si tratta di dispositivi utilizzati principalmente come maschere antipolvere (bricolage e altri lavori).
      • FFP2: filtrazione minima del 94% e penetrazione all’interno non superiore all’8%. Sono dispositivi utilizzati principalmente nell’edilizia, nell’agricoltura, nell’industria farmaceutica e dal personale sanitario contro i virus influenzali, l’influenza aviaria, la SARS, la peste polmonare, la tubercolosi e, più recentemente, il COVID-19, impropriamente chiamato “coronavirus”.
      • FFP3: filtrazione minima del 99% e penetrazione all’interno inferiore al 2%. Le maschere FFP3 sono quelle che offrono la migliore efficacia di filtrazione e proteggono anche contro particelle molto fini, come quelle di amianto.
    • Normativa americana: negli Stati Uniti le maschere di protezione respiratoria devono rispettare i requisiti stabiliti dal NIOSH (National Institute for Occupational Safety and Health). Questa normativa prevede che le maschere vengano classificate in base al loro grado di resistenza all’olio, rappresentato, a seconda della classe, dalla lettera N, R o P. Il numero che segue queste lettere indica invece la percentuale di filtrazione delle particelle in sospensione. Le maschere di protezione, di conseguenza, possono essere suddivise in:
      • Classe N: nessuna resistenza all’olio. All’interno di questa classe, si possono distinguere mascherine di tipo N95, N99 e N100.
      • Classe R: resistenza all’olio non superiore a 8 ore. All’interno di questa classe, si possono distinguere mascherine di tipo R95, R99 e R100.
      • Classe P: resistenza totale all’olio. All’interno di questa classe, si possono distinguere mascherine di tipo P95, P99 e P100.
*
*
*
*
Filters
Sort
display